LE IMPRESE SICILIANE PUNTANO SULL’AFRICA

mercoledì 22 luglio 2020

Cinquantaquattro Paesi con un’economia che attualmente rappresenta il 3% del prodotto interno lordo globale ma che, secondo la Banca mondiale, entro il 2030 si attesterà su una crescita costante del 5%. Si tratta dell’Africa, un continente sempre più al centro della strategia dell’Italia grazie al suo dinamismo e alle possibilità che offre: dall’agrifood alle infrastrutture, dalla moda all’energia, i settori in cui il partenariato con l’Italia potrebbe rivelarsi strategico. Di questo si è parlato oggi in occasione del webinar organizzato da Sicindustria, Confindustria Sardegna e Confindustria Toscana, partner di Enterprise Europe Network, insieme con Diacron Group e Kili Partners, su “Emirati Arabi Uniti, mercato locale e polo operativo per i mercati africani”. Una occasione per fare il punto sugli EAU come mercato finale e come polo commerciale per i mercati africani, esaminando le tematiche fiscali e societarie relative all’insediamento locale, il commercio transfrontaliero e alcune considerazioni sulla contrattualistica internazionale e introduce ai prossimi webinar focalizzati su diversi contesti economici dell’Africa.

“L’Italia in generale e la Sicilia in particolare – ha detto in apertura dei lavori Nino Salerno, responsabile dell’Area Internazionalizzazione di Sicindustria – hanno, a due passi, un mercato importantissimo, un luogo di sfide, ma anche di opportunità soprattutto per le imprese che per la leadership tecnologica e il loro know how potrebbero ricoprire un ruolo fondamentale in alcuni settori chiave del made in Italy. Purtroppo, però, le aziende siciliane di queste opportunità hanno finora colto soltanto le briciole e, incredibilmente, le politiche che sono state messe in campo hanno ignorato le possibilità offerte da un territorio a noi così vicino. Oggi abbiamo l’occasione, anche grazie alla rete Enterprise Europe Network di cui siamo partner, e al supporto di Diacron Group e Kili Partners, di mettere le nostre imprese nelle condizioni di valutare eventuali investimenti”.

LA SICILIA CHE PUNTA ALL’AFRICA

Secondo i dati elaborati dall’Agenzia Ice, soltanto nel primo trimestre del 2020 l’export siciliano verso il continente africano sono cresciute del 57,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I settori che hanno fatto registrare un maggiore dinamismo sono: macchinari e apparecchiature (+241%); prodotti chimici (+160.5%); prodotti farmaceutici (+118%); coke e prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio (+72%) e articoli in gomma e materie platiche (+29,5%). In crescita anche le esportazioni dei prodotti dell’agricoltura, pesca e silvicolura e dei prodotti tessili.

Un trend che fa il paio con i dati nazionali che hanno visto solo nel 2019 lo scambio di merci tra l’Italia e l’Africa toccare quota 19 miliardi e mezzo di euro, il 4,3% del totale del commercio del nostro Paese con il resto del mondo.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI
Il ciclo di incontri proseguirà il 9 settembre con “Focus Sudafrica”; il 23 settembre con “Focus Africa Orientale: Kenya ed Etiopia”; il 7 ottobre con “Focus Africa Occidentale: Nigeria e Ghana” e, infine, il 21 ottobre con il “Focus Marocco”.


INIZIO

Powered by Xonex
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.