EXPORT: ECCO GLI STRUMENTI SIMEST PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI

giovedì 9 luglio 2020

Patrimonializzazione delle pmi esportatrici; partecipazione a fiere, mostre e missioni di sistema per la partecipazione a fiere internazionali e per promuovere il proprio business sui mercati internazionali, ma anche programmi di inserimento sui mercati esteri; temporary export manager per l'inserimento temporaneo di una figura professionale specializzata nelle tematiche di export e internazionalizzazione; e-commerce; studi di fattibilità e programmi di assistenza tecnica per la formazione del personale in loco nelle iniziative di investimento all’estero.

Dei finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione, gestiti da Simest a valere sul Fondo 394/81 per conto del ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale, si è discusso oggi, in occasione del webinar organizzato da Simest e Sicindustria, partner di Enterprise Europe Network, in collaborazione con Confindustria Sardegna e Confindustria Toscana, anche loro partner della rete europea che aiuta le pmi a crescere, innovarsi e internazionalizzarsi.

“Si tratta – ha commentato in apertura dei lavori il responsabile per l’internazionalizzazione di Sicindustria, Nino Salerno – di strumenti fondamentali a disposizione delle imprese che vogliano muoversi alla scoperta di nuovi mercati esteri e che, in un momento di grande difficoltà come quello attuale, assumono una importanza ancora più rilevante”.

“Ottenibili online, a un tasso agevolato – ha spiegato Carlo De Simone, senior expert servizio external relations di Simest – i finanziamenti, fino alla fine del 2020, sono accessibili, a domanda del richiedente, senza prestazione di garanzie, il che rende disponibile le risorse per le imprese a 30-40 giorni dalla presentazione dell’istanza”. “Una quota del finanziamento – ha infine aggiunto Maria Teresa Cardinale, account manager area Sud di Simest – è a fondo perduto, attualmente con un massimale di 100 mila euro, fino all’entrata in vigore del quadro temporaneo di aiuti di Stato che permetterà di innalzare il cofinanziamento a fondo perduto fino al 50%. Sono inoltre stati incrementati gli importi massimi dei finanziamenti agevolati e, a breve, verrà estesa l’operatività anche agli investimenti realizzati all’interno dell’Ue, finora preclusi, verso i quali si dirige circa il 50% dell’export italiano”.


INIZIO

Powered by Xonex
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.