CORONAVIRUS: SICINDUSTRIA “REGIONE CHE NON PAGA DEBITI PREGRESSI COMPIE ATTO CRIMINALE”

martedì 7 aprile 2020

Comunicato Stampa

"Una pubblica amministrazione che, in un momento come questo, non paga neanche i debiti pregressi compie un atto criminale”. Lo afferma Alessandro Albanese, vicepresidente vicario di Sicindustria, che denuncia: “Abbiamo ricevuto decine e decine di segnalazioni da parte delle nostre imprese che continuano a ricevere comunicazioni da parte della Regione siciliana, con le quali viene comunicata l’impossibilità a saldare i debiti pregressi per le cause più diverse: dal bilancio ancora provvisorio, alle delibere di giunta mancanti o, ancora, al mancato riaccertamento delle somme. Trovo che questo sia oltremodo indecente e scandaloso, visto che le imprese sono già in ginocchio a causa dello stop delle attività. Capiamo che il momento è difficilissimo per tutti, ma non è possibile pubblicamente sbandierare sostegno e privatamente chiudere i rubinetti dei pagamenti dovuti per servizi già erogati o per investimenti già realizzati. Le aziende, con grande spirito di sacrificio e di collaborazione, stanno facendo la propria parte. Lo stesso ci aspettiamo da chi ci governa”.


INIZIO

Powered by Xonex
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.