Italia divisa in tre aree di rischio - SICILIA ARANCIONE - tutti i dettagli del DPCM

mercoledì 4 novembre 2020

Il presidente del Consiglio ha firmato il nuovo DPCM che impone ulteriori misure restrittive per contenere il rischio epidemiologico

Ecco i punti principali di interesse.

ITALIA DIVISA IN TRE AREE A SECONDA DEL RISCHIO EPIDEMIOLOGICO

QUI I DETTAGLI IN GRAFICA 

LA SICILIA è STATA DICHIARATA ARANCIONE

 

 

ZONA GIALLA: MINOR NUMERO DI RESTRIZIONI

valgono i limiti comuni a tutto il territorio nazionale

 

SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE

COPRIFUOCO

Dalle 22.00 alle 5.00 del mattino è consentito spostarsi esclusivamente per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità ovvero motivi di salute.

CHIUSI MUSEI E MOSTRE 

Si aggiungono a cinema, teatri già chiusi col precedente DPCM

Congressi, eventi, e cerimonie pubbliche, ormai consentiti solo da remoto. 

 

RESTANO CHIUSI CENTRI SCOMMESSE E SALE BINGO

Chiusi anche i corner gioco all'interno di bar, rivendite di tabacchi e altri esercizi commerciali. 

SCUOLE SUPERIORI IN DAD (didattica a distanza)

CORSI DI FORMAZIONE

Consentiti solo se in modalità digitale.  

SOSPESI I CONCORSI, sia pubblici che privati. Stop anche alle prove preselettive. Sospesi glie sami di abilitazione all'esercizio delle professioni.

Il divieto non si applica per selezioni sulla base di Curriculum Vitae o in modalità telematica, o non si applica nemmeno per i concorsi per il personale del Servizio Sanitario Nazionale.

CENTRI COMMERCIALI: all'interno dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi saranno chiusi tutti i negozi TRANNE: le farmacie, parafarmacIe, i presidi sanitari, i punti vendita di generi alimentari, i tabacchi e le edicole. 

BAR - RISTORANTI - GELATERIE

Possono restare aperti dalle 5.00 alle 18.00. Consumo al tavolo per max 4 persone (a meno che non siano conviventi).

Nessuna limitazione di orario per la ristorazione all'interno degli alberghi.

Fino alle 22.00 consentita anche la consegna a domicilio. 

 

RESTANO GARANTITI: I servizi bancari, finanziari, assicuirativi, le attività del settore agricolo, zootecnico, di trasformazione agro-alimentare e le filiere che ne forniscono beni e servizi. 

 

 TRASPORTO PUBBLICO LOCALE E TRASPORTO FERROVIARIO REGIONALE

Consentito un coefficiente di riempimento che non superi il 50%.

 

LE STRUTTURE RICETTIVE

Le attività delle strutture ricettive sono consentite a condizione che:

1) sia garantito il distanziamento sociale

2) che sia garantita la distanza di 1 mt interpersonale negli spazi comuni

3) e che vengano osservate le linee guida e i protocolli adottati dalle regioni 

 

ZONA ARANCIONE

Area caratterizzata da uno scenario di elevata gravità e da un livello di rischio alto

oltre ai divieti comuni a tutto il territorio nazionale, cioè i divieti della zona gialla, entrano in vigore anche queste restrizioni:

a) vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dai territori, salvo per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute.

 b) Vietato ogni spostamento con ogni mezzo di trasporto pubblico e privato in un comune diverso da quello di residenza, domicilio, salvo per comprovate esigenze lavorative, di studio, motivi di salute, situazioni di necessità, o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili

c)Sospese le attività di ristorazione, tranne mense e catering continuativi su base contrattuale a condizione che vengano rispettati i protocolli di sicurezza

Consentita la ristorazione con consegna a domicilio

Aperti comunque gli esercizi di somministrazione di bevande, alimenti nelle aree di rifornimento

 

ZONA ROSSA

Caratterizzata da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto

A) Vietato ogni spostamento in entrata e in uscita salvo per comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o motivi di salute. 

B) Sospese le attività commerciali al dettaglio, tranne la vendita di generi alimentari e di prima necessità individuati in questo elenco. Le attività saranno consentite sia in esercizi di vicinato sia nei centri commerciali.

Chiusi i mercati, tranne per la vendita di generi alimentari. 

Restano aperti: tabaccai, edicole, farmacie e parafarmacie.

C) Sospesi bar, ristoranti, pasticcerie, ad escluisone di mense e catering continuativi su base contrattuale. Consentita la ristorazione a domicilio.

Sospese le attività sportive anche all'aperto. 

D) SCUOLA. In presenza solo quella dell'infanzia, la primaria, e la prima media. Per le altre classi e gradi parte la DAD, didattica a distanza. Sospese lezioni e attività didattiche nelle università

E) Sospesi attività inerenti i servizi alla persona, tranne quelle previste nel seguente link

 

ATTIVITA' PRODUTTIVE E INDUSTRIALI

Sull'intero territorio nazionale tutte le attività produttive e industriali rispettano i contenuti del protocollo per la sicurezza nei luoghi di lavoro condiviso tra governo e parti sociali il 24 aprile, il protocollo di sicurezza nei cantieri, il protocollo di sicurezza nei trasporti e nella logistica

 

CLICCA QUI PER SCARICARE IL DPCM 

 

CLICCA PER SCARICARE GLI ALLEGATI

 

  • Allegato 01 - Protocollo con la Conferenza Episcopale Italiana
  • Allegato 02 - Protocollo con le Comunità ebraiche italiane
  • Allegato 03 - Protocollo con le Chiese Protestanti, Evangeliche, Anglicane
  • Allegato 04 - Protocollo con le Comunità ortodosse
  • Allegato 05 - Protocollo con la Comunità Induista, Buddista
  • Allegato 06 - Protocollo con le Comunità Islamiche
  • Allegato 07 - Protocollo con la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni
  • Allegato 08 - Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco bambini
  • Allegato 09 - Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, produttive e Ricreative
  • Allegato 10 - Criteri per protocoòòi di settore
  • Allegato 11 - Misure per gli esercizi commerciali
  • Allegato 12 - Protocollo condiviso di regolamentazione delle misure di contrasto e contenimento diffusione Covid-19 negli ambienti di lavoro fra il Governo e le parti sociali
  • Allegato 13 - Protocollo condiviso di autoregolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nei cantieri
  • Allegato 14 - Protocollo condiviso di autoregolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 nel settore del trasporto e della logistica
  • Allegato 15 - linee guida per l'informazione e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del Covid-19 in materia di trasporto pubblico
  • Allegato 16 - Linee guida per il trasporto scolastico dedicato
  • Allegato 17 - Misure per la gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19 a bordo delle navi da crociera
  • Allegato 18 - Linee guida concernenti la ripresa delle ordinarie attività nelle istituzioni della formazione superiore per l'anno accademico 2020/21
  • Allegato 19 - Misure igienico-sanitarie
  • Allegato 20 - Spostamenti da e per l'estero
  • Allegato 21 - Indicazioni operative per la gestione di casi di focolai di Sars-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell'infanzia
  • Allegato 22 - Protocollo per la gestione dei casi confermati e sospetti di Covid-19 nelle aule universitarie
  • Allegato 23 - Elenco attività Commercio al dettaglio NON sospese
  • Allegato 24 - Elenco servizi alla persona NON sospese
  • Allegato 25 - Prevenzione e risposta a Covid-19: evoluzione nella strategia e pianificazione nella fase di transizione per il periodo autunno-invernale

 


INIZIO

Powered by Xonex
Il presente sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. Clicca qui per prendere visione dell'informativa.